Le parole d’ordine per Quomi: cook and quality

quomi

Dalla fusione delle parole “cook” e “quality”, nasce Quomi il servizio di consegna che ti permette di ricevere direttamente a casa gli ingredienti per comporre in pochi e semplici passi golose e stuzzicanti ricette.

Le consegne vengono effettuate due giorni a settimana, il martedì e il giovedì, in base a quando vogliate sbizzarrirvi in cucina; durante i giorni lavorativi, oppure nei weekend.
I menu proposti sono variegati e numerosi, ma per conoscere meglio Quomi abbiamo intervistato per voi Daniele Bruttini, fondatore di Quomi insieme ad Andrea Bruno.

Ciao Daniele, raccontaci la vostra storia. Come siete nati e da che idea siete partiti per dare vita al vostro progett?
La storia di Quomi inizia a Berlino, nel 2012, dove io e Andrea ci trasferimmo per lavoro e dove attraversammo il tipico dramma di ogni italiano costretto a passare dalla buona e sana cucina mediterranea a quella straniera. Così ci accorgemmo che ciò di cui avevamo bisogno era un servizio che ci permettesse di consumare prodotti sani direttamente a casa, anche quando non avevamo il tempo di andare a fare la spesa.
L’attuazione dell’idea ovviamente non è stata immediata, diciamo che Quomi è nata in realtà soltanto un anno fa.

Come funziona il vostro servizio? Da dove provengono i vostri ingredienti?
Ogni settimana ci sono diversi menu, e si può scegliere da una a quattro ricette a settimana. Poi si sceglie il giorno di consegna, tra il martedì e il giovedì. Gli ingredienti pre-dosati in base al numero di persone vengono quindi consegnati direttamente a casa, insieme alle istruzioni per la loro preparazione. La selezione dei prodotti è il nostro punto forte, perché scegliamo i soltanto i migliori produttori, tra i quali abbiamo anche alcuni presidi SlowFood. Proporre prodotti di elevata qualità, che non è possibile trovare al supermercato, è il nostro valore aggiunto che teniamo a sottolineare”.

Quali sono i valori ispiratori del vostro progetto?
Le nostre parole chiave sono:

  • Qualità: selezioniamo solo i migliori produttori, per mantenere sempre alta la qualità del nostro servizio
  • Sostenibilità: ci piace lavorare prediligendo prodotti biologici
  • Convenience: inteso nel senso inglese del termine, quindi “comodità” del servizio e non solo convenienza economica

 

Parlaci del progetto Academia Barilla
La collaborazione è nata dopo un fruttuoso incontro con Barilla, durante il quale ci siamo resi conto di avere molti valori in comune, in particolare per quanto riguarda l’attenzione alla qualità e alla buona alimentazione. “Academia Barilla” è il progetto di Barilla che vuole promuovere il concetto della buona cucina, non solo in Italia ma anche all’estero.
Avendo trovato una comunanza di valori, abbiamo deciso di intraprendere la collaborazione con i loro chef, le cui ricette vengono proposte sul nostro sito, fornendo ai nostri clienti la pasta del marchio “Academia Barilla”, il brand premium di Barilla, distribuito solo nei mercati esteri.
Noi di Quomi abbiamo quindi l’esclusiva per il mercato italiano nella distribuzione di questa pasta.

team-quomi

Il vostro nome è piuttosto curioso, come nasce?
Volevamo un nome non usuale, quindi abbiamo cercato di unire le parole chiave del nostro progetto, come “qualità”, “chef”, “cook”, “quality”. Così è nato Quomi che ricordava un po’ l’unione tra “quality” e “cook”.

Partecipate spesso ad eventi sul tema del food? Cosa ne pensate del Food Innovation Village dell’Alveare che dice si?
È il secondo evento di questo tipo a cui partecipiamo – il primo è stata la partecipazione a Seeds & chips – ma questo è il primo evento che ci permette di scendere direttamente in piazza. Per noi partecipare al Food Innovation Village è un’ottima opportunità per portare in giro il nostro servizio e farci conoscere, ma è anche una possibilità per confrontarci e fare rete, insieme alle altre realtà impegnate come noi nel settore food.

Per conoscere meglio Daniele e Andrea, venite al Food Innovation Village! Vi aspettiamo nella zona portuale della Darsena dei Navigli (lato viale Gorizia) dove sono in programma aperitivi, laboratori, cene #AMAtriciana, e molto altro.

Per restare sempre aggiornati sul nostro programma, e per tutte le novità relative al Tour, #Staytuned sui nostri canali ufficiali:
Facebook, TwitterInstagram e il blog.

L’alveare madre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *